domenica 27 luglio 2008

Seconda parte del dialogo


L'elefante
e
la formica
(l'Apocalisse)


P-...I difetti degli italiani, compreso quello dell'evasione fiscale, dipendono dal fatto che siamo una nazione provinciale, con uno scarsissimo senso di cività.
I- L'Italia è provinciale come il Portogallo, ma è meno incivile, chissà come mai...?
P- Non conosco il Portogallo, cmq da noi, l'arricchimento, il boom, non sono andati di pari passo con l'aumento del senso civico...quindi spesso trovi il ricco cafone che non sa manco che farsene dei soldi se non comprarsi macchine da 200 cavalli. Diciamo che il nostro capitalismo in fondo non si discosta molto da quello russo attuale, magari è un po' provocatoria come cosa ma rende l'idea...
I- Secondo me abbiamo una classe politica terribile...i ricchi per fare i loro interesi pagano i comuni che in cambio offrono loro agevolazioni... cioè con i soldi dei privati i comuni vivono, con i soldi dei privati nel mio comune hanno fatto l'asilo nido...parlo di tangenti eh...:-)
P- Le tangenti servono ai politici per andare a donne, altro che asili...il nostro fondamentalmente è ancora un paese feudale, in cui ci sono caste e privilegi, sempre gli stessi da secoli, con qualche eccezione. Non siamo riusciti a liberarci, insomma non è un paese propriamente libero, il povero è sotto ricatto del potere, per avere un lavoro, se vuole magari aprire un'attività...
I - I comuni senza i privati, non hai idea di cosa sarebbero e abbiamo una classe politica di merda...
P - E' generico...
I - E' molto preciso, ho detto che con le tangenti i comuni e le provincie e le regioni vivono...
P - Abbiamo una classe politica di merda perchè siamo un paese di merda...
I - Gli imprenditori pagano le tasse anche quando non pagano le tasse :)
P - ...nel senso che in politica noi esprimiamo quello che siamo, è matematica questa,
i politici non sono peggio di noi, forse sono pure meglio, perchè alcuni hanno pure la passione...
I - No, la politica dovrebbe decidere che la classe politica ha bisogno di formazione,
se formi la classe politica, poi hai una classe politica meno di merda...
P - L'onestà non è una cosa che si forma in una scuola per politici, il senso civico è una cosa che s'impara e si acquisisce nel tempo, con la storia di un paese..
I - Non capisci un cazzo :-), la tua è una utopia comunista del cazzo :-)
P- Io penso di aver capito, ma rispetto la tua opinione.
I - Invece alcune sono cose realizzabili. Anche io la rispetto e per utopia comunista del cazzo, ovviamente scherzo.
P - C'è una generazione che è senza speranza, si sono cucinati una generazione, ancora non è molto visibile 'sta cosa, ma c'è un mondo di precari che non puo' farsi la famiglia. Se non si fanno le famiglie la società muore.
I - Tutti gli imprenditori sono precari...
P- ti dico una cosa comunistissima così ti faccio contenta...anzi no, meglio che non te la dica...
I- Okkei, meglio per tutti...:-)
P- Allora te la dico...chi cerca nella vita l'arricchimento a tutti i costi non mi piace...te l'ho detta!
I- Ma porca puttana...no niente...a volte non puoi scegliere quanto ricco puoi diventare...cioè a volte non puoi dire "okkei sono ricco abbastanza"...e fermarti, perchè potresti morire, per morire intendo perdere tutto, morire economicamente parlando...
P- Tu vedi il progresso economico come motore del mondo...e tutti vissero felici e contenti. La corsa all'arricchimento individuale e anche quello del pil delle nazioni , sta portando all'auto distruzione, non è catastrofismo. Tra un po' manchera' il grano per la farina, l'acqua, il petrolio, saremmo accollassati da inquinamento...ci stiamo dando pedate sui maroni da soli e il motivo è quello di avere l'ultimo modello dell'iphone...
I- Noi non siamo meglio delle bestie, perchè se muore una formica è una stupidaggine e se muore un uomo è una tragedia?
P - Questa è una società senza speranza, che sarà distrutta dalla storia...
I - Perchè dici 'ste cose brutte?
P- ...è una società senza speranza perchè ha messo il possesso delle cose in cima ai propri ideali e anche se non dovesse sparire, nei confronti ad altri periodi storici dell'umanità, saremmo ricordati come ridicoli, a meno che in futuro non saranno ancora piu' ridicoli di noi e completeranno l'opera di distruzione...
I - Magari non c'è proprio nessun futuro e ci estingueremo...ma che sarà mai nella storia delle galassie? :-)
P - Azz ..ora mi fai pure la nichilista...Sai che ti dico? Mi faccio un copia e incolla e ci faccio un post ...scusa eh ma domani la vedi pubblicata 'sta cosa nel blog...
I - Di cosa?... no dai...
P- Sì sì...
I - Noooo...!!
P- Vabbeh ma metto un nome inventato...
I - ah ok...:-)

31 commenti:

Anna ha detto...

Le formiche sono animali perseveranti, sprezzanti della fatica,operaie. Scavano tunnel, arrivano lontano. L'elefante � grosso e potente, ma anche insensibile e vulnerabile.
L'impresa,e il sogno, amico mio, non � impossibile.

Lucia Cirillo ha detto...

...bè...in parte la tua amica dice cose piuttosto sensate...in fondo mica è colpa sua sè è più fortunata, talentuosa, ricca e avida degli altri (che - a suo parere - vorrebbero essere come lei). Come dire: "chissenefrega della misera condizione di chio non è un vincente come me. L'importante è che io possa godermela sempre e comunque"...non fa una piega...proprio nessuna....
(Pellescù...ma chi frequenti!!!!)

calendula / trattalia ha detto...

Non mettete in mezzo gli animali, per cortesia, gli animali non centrano proprio nulla, parlate di uomini di donne dei loro milioni di difetti, ma non accostateli agli animali, gli elefanti non sono pesanto e insensibili.... uffa !!!e le formiche ( che pure mi stanno tanto simpatiche ) distruggono molte piante... scusa Pellescura....ma gli animali e i rispetto per loro sono il mio nervo sensibile....

Anna ha detto...

@calendula,
capisco che l'integralismo ti obnubila. E ti parla un'animalista.
Non meno sensibile di te.
L'esempio che io riportavo era quello dello stereotipo al quale si riferiva Pelle nel titolo del suo post.E le mie parole erano riferite, nella fattispecie, all'imprenditore rampante e al povero comunista. Tutto qui. Gli animali sono molto meglio delle persone, lo so bene.

BC. Bruno Carioli ha detto...

Pellescura ribadisco, ma quanta pazienza hai ?

TIZIANO TESCARO communicator,Vicenza ha detto...

Italia Italia, supercriticato dentro me fuori dal paese ma alla fine ammirati e copiati in tutto il pianeta!!!

Alessandro Arcuri ha detto...

Ammirati e copiati? Per la moda, il design e il cibo forse... ma non bastano... non bastano!!

Alessandro Tauro ha detto...

Hai la pazienza di un maestro campionese pellescura!! Quanto prima avvieranno le pratiche per farti "beato", me lo sento!

Renata ha detto...

Ciao Pellescura !Non so come commentare. mi pare di aver già riportato una frase di Andreotti (ma non ci giurerei)che recita:

Governare gli italiani non è difficile. E' inutile !

Pellescura ha detto...

Anna,
come formica, scavo tunnel, ma non ne riesco ad uscire.
--------------
lucia,
conoscendo la mia amica (che non ha voluto commentare, ma spero lo faccia prima o poi)
credo abbia voluto esagerare nell'esporre certi concetti.
Diciamo che non è così brutta come lei si è voluta dipingere :-)
---------------
calendula,
come ha spiegato Anna nella sua risposta, gli animali erano solo metafore e credo non ce l'avesse con gli elefanti (a parte Giuliano Ferrara, credo) :-)

Anna ha detto...

Renata,
mi pare che Andreotti, pur trovandolo inutile, lo abbia fatto per più di 40 anni.
Dici che si è immolato, il poveretto?
:-))

Pellescura ha detto...

Anna ma lo vogliamo dire che il titolo l'hai scelto tu? (ops l'ho detto)...
Quindi è tutta colpa tua :-))
--------------
bruno,
è vero sono paziente,
ma come diceva Toto' "ogni limite ha una sua pazienza"
:-)
--------------
tiziano tescaro,
forse per certe cose siamo ammirati,il cibo, la moda, l'arte, ma davvero tutto finisce con queste cose?
Per quanto riguarda la politica credo che ci abbiamo preso in giro pure in Perù, con tutto il rispetto.
-------------
alessandro arcuri,
azz ho risposto al commento ti tescaro copiando praticamente il tuo :-)
-------------
alessandro tauro,
è tutta finta, sotto sotto ruggisce un leone ferito e incazzato nero :-)
-------------
renata,
il bello dei tuoi commenti è che trovi sempre qualcuno che ti risponda al posto mio .
:-)
Ciao e buona serata.
--------------
Anna,
E' vero , quell'uomo ne ha fatti di sacrifici per noi.
Forse faranno beato lui.

Anna ha detto...

Pelle,
"e digiamolo":-)
Non te ne suggerisco più, visti gli esiti :-)

Dyo ha detto...

Stereotipi, appunto: l'imprenditore cattivissimissimo e senza scrupoli e il povero operaio sfigato.
Ma mica è sempre così.
Perchè ci sono imprenditori onesti, magari "self made men/women" e operai lavativi. Non si dovrebbe mai generalizzare, perchè le conclusioni facili portano alla banalizzazione dei problemi.
I diritti dei lavoratori sono sacrosanti, ma lavoratore è chi lavora onestamente, dal salariato al datore di lavoro. E se qualcuno si è arricchito(a volte nemmeno tanto) in maniera onesta, non potete desiderarne la crocifissione.
Poi si scivola sull'invidia sociale, che è una brutta bestia.

calendula / trattalia ha detto...

Avevo capito la metafora, e mi scuso se sono stata aggressiva, non era mia intenzione, e comunque rispetto all'argomento la mia posizione ( pur rispettando assolutamente quelle di pelle di anna e di lucia cirillo ) si avvicina molto a quella di dyo, per certe cose sono anche io del parere che bisogna prendere una posizione netta ma per altri argomenti la verità sta nel mezzo,

Anonimo ha detto...

Salve a tutti,
tra le molte cose che sono, sono anche figlia di una donna imprenditrice e di un funzionario statale.
Una domanda: avete mai provato a realizzare un'idea tutta vostra? Per realizzarla, quando si è corrotta questa stessa idea?
Qualcuno mi ha suggerito di usare il termine "adattare" al posto di "corrompere", ma io lo preferisco di gran lunga, soprattutto quando si parla di ideali.

Michela

Ps: a tutti i curiosi e a tutti quelli che hanno ironizzato sul mio stato sociale, senza sapere nulla di me: la citazione è di Giovanni Agnelli. All'autore del blog: sei riuscito a realizzare il tuo ideale di blog? :)

Anna ha detto...

Michela,
sì, provato ed anche realizzata.
Senza "corromperla".
Ci si arricchisce di meno, molto di meno, ma se ne guadagna in totale assenza di ricattabilità,in stima di se stessi e nel poter dire sempre quello che si pensa.

stellastale ha detto...

per quel che vale anche io mi perdo dietro a utopie comuniste del cazzo!!! eheheh
dyo: sai cosa dico spesso? che vanno tutelati i diritti dei lavoratori, non dei non lavoratori. sia operai sia dirigenti c'è chi fatica e chi no e ci dovrebbero essere gli strumenti per verificare entrambi

Lucia Cirillo ha detto...

...La verità non sta nel mezzo...sta dove le pare...è la virtù che sta nel mezzo ( e secondo me neppure questo è vero...;)))
...Quand'è che questo paese si libererà della sua becera cultura "democristiana" ???!!!

Elsa ha detto...

e se...risolvessimo tutte le problematiche con una di quelle atomiche????????????
azz...NO NE FAREBBE LE SPESE IL MIO MARE !
sorriso amaro...bel post.

Guernica ha detto...

Che bello Battiato in sottofondo! Mi ripeto per quanto riguarda la Playlist che hai...

Per il post, non commento perchè sarei ripetitiva anche li.
Sono in una fase di pura rassegnazione..ma solo per ora!
A presto!:)

Sara Sidle ha detto...

"Tra un po' manchera' il grano per la farina, l'acqua, il petrolio, saremmo accollassati da inquinamento...ci stiamo dando pedate sui maroni da soli e il motivo è quello di avere l'ultimo modello dell'iphone..."
Con questa semplice frase hai racchiuso il futuro dell'Italia e non solo.
Chiacchierata davvero agghiacciante..ma decisamente un bello scambio di opinioni.
Un bacione

Pellescura ha detto...

Michela,
E' chiaro che è molto difficile concretizzare i nostri ideali o i nostri sogni così come sono stati elaborati nella nostra mente. La realtà ha delle leggi. Queste dovrebbero essere quelle del mercato, della concorrenza, dei meriti e delle capacità di ciascuno di noi.
Quando subentrano cose estrane a queste, cioè le tangenti, le conoscenze, le raccomandazioni o altro, credo che non sia piu' il caso di chiamarle idee, sono solo dei compromessi che al massimo gratificano la nostra voglia di accumulo. Diventa un modo vivere ipocritamnte edificante, per chi ha ancora un po' di coscienza, ovvio.

Per quanto riguarda il blog, credo sia un posto in cui non occorra adattare nulla.
Più sei te stesso e più trovi qualcuno disposto a leggerlo.

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

- Gli imprenditori pagano le tasse anche quando non pagano le tasse :)

- Tutti gli imprenditori sono precari...
AHAHAAHAHAHAHAHAHA
Se pagassero le tasse non ci sarebbe questa differenza tra ricchi e poveri. E poi,sono precari con i miliardi: lo farei anch'io il precario così porca t.....

In Italia tutto ciò che è finito in mano ai privati è andato a rotoli. Siete fortunati che i politici sono in mano alle banche e la gente povera, condivide gli stessi ideali di merda egoisti e senza uno stralcio di bene comune.
Tutto il mio biasimo.
Scusa pellescura ma farmi prendere in giro così, dopo una vita di merda per un pezzo di pane, proprio non mi sta bene.

il Russo ha detto...

Mi unisco a Schiavi o liberi, tutti gli imprenditori sono precari è un pò come dire che tutti i co.co.co sono imprenditori: dai, è un ossimoro...

Leila ha detto...

Il capitalismo è sopravvissuto al comunismo. Bene, ora si divora da solo (Charles Bukowski)


e poi...


http://www.youtube.com/watch?v=QcqLuWYCP80


Ciao Pellescura e... Ciao Michela :-)

Pellescura ha detto...

Schiavi o liberi?, il russo,
Che vi devo dire? Qui lo sapete,
sfondate una porta aperta

Pellescura ha detto...

sara sidle,
grazie e buone vacanze.
-----------
leila,
ciao e benvenuta, che ti posso offrire? :-)
Scherzi a parte, bella la citazione, che non conoscevo

e poi...

che dire? Rino Gaetano "nun te reggae più" lui sì che era avanti
ciao e torna eh :-)
:-)

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti,
grazie per l'ospitalità e la com-passione. :)

Mi sono sempre chiesta perchè gli idealisti appassionati non si attivano politicamente, aderendo ad un partito per governare il paese, o economicamente, aprendo un'attività con lavoratori subordinati da gestire.

De Andrè in "Bocca di Rosa" diceva (parafraso) "siamo prodighi di buoni consigli quando non sappiamo più dare cattivo esempio".

Ps: il contraddittorio (in questo caso la sottoscritta) può servire per rafforzare le proprie convinzioni! :)

Cari saluti, Michela C.

Pellescura ha detto...

Michela,

Solo il fatto di professare certe idee all'interno di una comunità, di un gruppo di amici o in famiglia, serve affinchè queste idee continuino ad esistere. Forse il vero problema è che proprio nella scuola e in famiglia, altre sono diventate le priorità e le discussioni.
Non si vive certo di sola politica, ma senza l'idea di migliorare la società, in una direzione di giustizia, non fa altro che farci regredire.
Molti non partecipano all'attività politica in prima persona,vero. Ma è colpa dell'uso che è stato fatto della politica in Italia. Viene ormai vista da quasi la totalità di persone come una possibiltà che la società gli offre per avere benefici e tornaconto. Chi ha a cuore certi ideali viene disgustato da questa pratica e se ne allontana.
La frase di De Andrè, riguarda un po' tutti. La coerenza nell'uomo è una cosa rara. Ma è un altro discorso.

luce ha detto...

Certe volte è difficile far valere i propri diritti, anche con gli imprenditori figuriamoci con i capi.