giovedì 10 aprile 2008


DOV' E' LA DESTRA IN ITALIA?
(Sottotitolo: come il blogger si diverte a mandare a tappeto questo commento un po' provocatore a tantissimi blog destrorsi già incazzati per conto loro)
-------------------------------------

In Italia si accusa la magistratura di essere di sinistra, la scuola di sinistra, i giornali di sinistra, la cultura, l'arte, il cinema, i comici, la satira, la televisione, insomma tutto di sinistra. Probabilmente è vero, purtroppo.
In Italia non c'è una cultura di destra di spessore e chiunque nella sua vita avesse a che fare con la giustizia, con l'arte, con l'informazione, con una qualche forma di approfondimento culturale, non puo' che stare da quella parte, cioè a sinistra.
La cosa è ancora più grave in quanto dopo 20 anni di martellamento mediatico del Berlusconismo , la cosa più culturalmente rappresentativa della destra è il Bagaglino di Spingitore e gli articoli dei vari Talese, Farina, Ferrara, Baget Bozzo, Facci, Bruno Guerri & C. e il fatto che gli stessi ricevano stipendi dallo stesso committente, che in Italia rappresenta la destra, non fa che presumere che sarà così ancora per molti decenni.

8 commenti:

Anna ha detto...

Sei il solito comunista, sempre lì a sminuire la destra. Hai dimenticato il grande filosofo, nonchè saggista e scrittore e giornalista ed illustre opinionista Marcello Veneziani.

polle ha detto...

Ciao Pellescura, complimenti per le scelte musicali che girano sul tuo blog (Jeff Buckley e Battisti, niente male). Purtroppo temo che oramai politica e cultura siano decisamente lontane tra loro. Anzi, temo che la cultura dovrebbe decidersi a praticare una definitiva eutanasia alla politica che oramai è stata ridotta a semplice, triste mercato di favori.

Un saluto,
polle

Lucia Cirillo ha detto...

E tu credi che uno di destra possa sentirsi offeso per considerazioni del genere? Quando mai hanno fatto della cultura un loro baluardo? Ho l'impressione che (paradossalmente) sopravvaluti la categoria...

rudyguevara ha detto...

quindi dovrebbero fare un mea culpa,se la cultura nn abita a destra,invece di attaccare gli altri,quanto poi a dire che la magistratura,le tv ,i giornali siano in mano alla sinistra.....qui si tratta di proiezione,come la chiamano in psicologia:proiettare sugli altri le proprie magagne!come il bue che dice cornuto all'asino,x semplificare!

BC. Bruno Carioli ha detto...

L'immagine a corredo del post è presa da destra.

Alianorah ha detto...

La destra è la tetta che si copre la Yespica nella foto che hai postato :-)

stellavale ha detto...

Ci sarà un motivo, no?

Pellescura ha detto...

@ Anna
Veneziani ha la mia asolidarietà in quanto caricato dalla responsabilità di essere l'unico capace dire cose intelligenti e per forza di cose finisce per dire cagate.

@ Polle
Concordo, la politica , specie in Italia, è a livelli bassissimi di eticità.

@ Lucia
E' vero, credo che tanti nella destra abbiano la nausea nei confronti della cultura impegnati come sono a rincorrere i danè.

@rudyguevara
In Sicilia c'è un altro proverbio simile che fa così:
Cu parlà m'arricrià
(da che pulpito)

@ bruno
Sapevo che ti saresti soffermato sulla foto :-)

@alianorah
Complimenti per lo spirito di osservazione :-)

@ Stellavale
Ciao.
Ma te l'ho detto che il tuo è stato il primo blog a cui ho mandato un commmento? (ora sì):-)