mercoledì 19 marzo 2008

Proposta di Veltroni su emolumenti parlamentari


Ma che deve fare un politico per non dire una cosa che non risulti demagogica? Il nano di Arcore ne dice di ogni genere e tutti a dire che pero' in fondo sa comunicare. Appena Veltroni ne spara una, tutti addosso. Capisco che lo faccia la destra. Capisco meno quando lo si fa da sinistra dove non si trova ancora nessuna medicina alla sindrome del tafazzismo degenerativo.
Ho l'impressione che in fondo per molti a sinistra è meglio che vinca il centro destra per continuare a compiacersi delle proprie ideee, piuttosto che riconoscere che il partito democratico abbia imboccato una strada percorribile.

12 commenti:

Cetta ha detto...

E' più facile andare secondo corrente che remare contro...

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Al riguardo, mi pare che la proposta comprenda anche una riduzione degli emolumenti presi dal Premier.

Qualcuno malignamente ha detto che può tranquillamente dirlo tanto la cosa non riguarderà certo lui in quel caso LOL! Giuro, era un comico non ricordo più chi.

Battute facili a parte, io non condivido il PD per la sua area cattolica preponderante e per certe prese di posizione che mi lasciano perplesso.

Sul mio blog avevo postato sia analizzando i suoi 12 punti che parlando di tutte le cose che non condivido di Veltroni.

Peraltro la mia posizione è chiara sulle elezioni: non voterò nessuno.

Anna ha detto...

Non condivido le posizioni del PD, Veltroni e la demagogia,poi, trovo siano un binomio inscindibile. Ma scelgo il male minore e, ancora una volta, per paura del nano di plastica, mi chiudo il nasino all'insù e voto centro sinistra.
Che tristezza!

P.S. C'è da aggiungere che dalla caduta del governo Prodi ho cambiato idea varie volte. Inizialmente ero per il non voto, poi per la Sinistra Arcobaleno,ora, man mano che la data si avvicna, sai la paura fa
90.

Lucia Cirillo ha detto...

Veltroni ha fatto una proposta di tale buonsenso da parere surreale (lol)...eppure questa volta, anche con la massima buona volontà, io non riesco a credergli...io ormai non riesco a credere neppure alle cose "normali"...

O.T. che bella la tua "playlist" di oggi! ;-)

Pellescura ha detto...

Secondo me in Italia c'è da 15 anni un'offensiva della destra più retriva, demagogica e bacchettona che si ripara dietro i vessilli del liberalismo. La risposta più emotiva per la sinistra è quella di rinchiudersi dentro il fortino a difendere i valori a cui si ispira da sempre. Ma così fà solo il gioco di chi vuole che in Italia non debba esserci mai mai un governo d'ispirazione sociademocratico serio e duraturo.
Non è questione di compromessi, ma nel paese dove risiede la chiesa cattolica e dove l'informazione sappiamo in mano a chi è, è il massimo che si puo' ottenere.
E' dura accettarlo lo so, ma a me sembra che sia così.

Pellescura ha detto...

Allora la lascio la musica, cominciavo a pensare fosse invadente.

Anna ha detto...

Devi lasciarla, è la colonna sonora di questa mia giornata di pioggia.....

Gianluca ha detto...

Quoto Anna..anche per me la paura fa 90 avvicinandosi il voto e non so ancora cosa fare..

Alianorah ha detto...

Io di politica ho sempre masticato poco, ma questa volta ci capisco meno del solito. E non credo che darò il mio voto a qualcuno.

stellavale ha detto...

E'vero, molti a sinistra la pensano così. Per questo voterò pd.

Pellescura ha detto...

@stellavale
Meno male, mi sembrava di avere una posizione isolata tra gli "amici" blogghisti.:-)

giulia ha detto...

Io sono d'accordo con te... Ci aspettiamo troppo dalla politica e così avremo non niente, ma meno che niente: la destra-destra al potere. Anch'io non capsico questa posizione er quanta disillusione ci possa essere. Il voto si gioca con quello che c'è sul tavolo, per i nostri sogni e per i nsotri ideali dobbiamo lottare noi nei movimenti, nella vita quotidiana... Grazie, per qeusto post. Giulia