sabato 22 marzo 2008


Poesia scritta da un bambino di 8 anni che riposto per questi giorni di festa
---------------------------------------------------------
CHI TI STA ACCANTO E' TUO FRATELLO

Anche tu sei mio fratello
ma ora vieni a casa mia
perchè piove.

Le gocce della pioggia
sono le lacrime degli uomini
che lavorano tanto.

Le lacrime delle donne
perchè vengono pagate poco
e non possono sfamare i loro figli.

Le lacrime di noi due
perchè pensiamo a queste cose
che succedono ogni giorno.

10 commenti:

Miss Welby ha detto...

grazie per la visita! (e per la buona musica). salutami quelle parti dove ho trascorso diversi anni

Anna ha detto...

Bella la poesia, triste pensare che la abbia scritta un bimbo di nove anni. A quell'età bisognerebbe pensare solo alle cose belle.
Buona Pasqua!

Anna ha detto...

Off topic: stamattina sono passata di qua e non ho trovato musica, mi son detta "che abbia dato forfait?"
Vedo che hai rimediato subito :-)
La ascolterò mentre dipingo le uova bollite.....

Pellescura ha detto...

@miss welby
Certo che te li saluto se mi dici a quali parti ti riferisci:-)
Io vivo in Veneto da tanti anni, ma preferirei salutarti la Sicilia che è la mia terra e mi sento siciliano al 100%.

@Anna
Forse non si sentiva perchè stavo cercando di mettere dentro più canzoni.
Chissà che spettacolo mentre dipingi le uova bollite:-)

Gianluca ha detto...

Tanti auguri di buona Pasqua!

Lucia Cirillo ha detto...

Auguri "calorici" e...calorosi ;-)

Alianorah ha detto...

I bambini hanno una sensibilità che da adulti spesso si perde, e che non smette mai di stupire. Auguri!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Una poesia semplice ma vera e diretta. Otto anni e già adulto. Che dolore.

Peppe ha detto...

Ciao mitico blog, grazie per aver postato il mio video "Guerra vigliacca", ti ho linkato con piacere. Ciao a presto.

Anonimo ha detto...

è una poesia stupenda!Con la sensibilità che solo i bimbi possono avere!Complimenti! Continua cosi! elena