giovedì 29 luglio 2010

Vendolin, la sinistra che respira...forse

La sinistra verso l'ennesimo suicidio. Pensare che in un paese cattolico apostolico e romano, con un papa integralista, con il nord in mano al leghismo becero e razzista e il sud alla destra maschilista e omofoba, possa vincere un candidato gay e comunista, mi sembra, come dire, un po' azzardato. Ma a noi ci piacciono le sfide impossibili,
anzi quasi quasi ci piace un sacco perdere.

6 commenti:

Kylie ha detto...

In Italia tutto è permesso, e tutto è ancora concesso.

Buona giornata!

Manlio ha detto...

Ebbene, questo è il paese della "CACIARA", può accadere di tutto, perchè a tutti conviene la caciara.

Bruja ha detto...

...d'altra parte non mi pare ci siano alternative....sembra un'agonia senza fine...:-(

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Credo che sia una sfida vera e quantomeno un soggeetto migliore degli altri. Potrebbe essere invece una sfida corredata dal successo finale.

@enio ha detto...

quello che scrivi nel post è sacrosanto e poi vendola, mi da più l'idea di uno spray per le allergie che di un capo di un partito... bravino quanto si vuole: "ho fatto tanto bene per la Puglia ioooooooo". Qualcun altro aveva fatto ben e poi ha perso le politiche, mi sembra Rutelli!

Ibadeth ha detto...

E' il meno peggio, ma che vinca, come dice Pietro, mi sembra improbabile...