martedì 25 agosto 2009

Tragedie del mare. Le tre motovedette italiane per il controllo del mediterraneo



Ti è piaciuto il post? Vota Ok oppure No. Grazie!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

12 commenti:

Minu ha detto...

Pietruccio la vacanza ti ha fatto proprio bene. Splendida, come al solito..
Che tristezza

calendula ha detto...

un tempo avevamo la nina la pinta e la santa maria che andavano ascoprire nuove terre, ora abbiamo alzato un muro contro tuto cio che è diverso e no ci rendiamo conto di essere ridicoli.

paola ha detto...

Questa vignetta è stata messa in primo piano nel Te lo dico a Chiarelettere social network.
Cordialmente,
La redazione
http://www.chiarelettere.gruppi.ilcannocchiale.it/

Alessandro Tauro ha detto...

Una delle migliori vignette mai viste...!
Davvero esemplare. Complimenti Pietro!

silvano ha detto...

Bella, pesantissima e vera...

Pupottina ha detto...

ciao
rieccomi a cercare di riprendere dopo le vacanze ed a soppravvivere al caldo ....

Kylie ha detto...

Triste ma vera.

Un abbraccione

ANNA ha detto...

Che bello ritrovarti! :))

Pietro ha detto...

Anche per me è bello ritrovarti, Ciao :-)

chit ha detto...

BENTORNATO e grazie per averlo fatto con la solita pungente ironia ;-)

Lucien ha detto...

Tosta, ma verissima!
Purtroppo su quelle motovedette che hanno lasciato morire i profughi eritrei c'è una buona parte d'Italia. Se tanti nostri connazionali sapessero cosa succede in Eritrea, forse un po' si vergognerebbero.

Il Democritico ha detto...

Geniale e cruda. Complimenti!